SUAP - Impresa in un giorno


Lo Sportello Unico informatizzato rende possibile l'avvio d'impresa in un solo giorno contestualmente all'invio della Comunicazione Unica.

Il portale impresainungiorno.gov.it funge da punto di riferimento operativo e informativo per il disbrigo di tutte le pratiche amministrative e burocratiche per l'avvio dell'attività (contestuale o meno all'iscrizione) e per tutti i successivi adempimenti del ciclo di vita di un'impresa perché mette in contatto l'imprenditore con lo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) del comune territorialmente competente.



Che cos'è il SUAP?

Lo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) rappresenta uno strumento di semplificazione amministrativa volto a snellire i rapporti tra imprese e Pubblica Amministrazione, con lo scopo di fungere da punto di accesso unitario ed esclusivo in relazione a tutte le vicende amministrative riguardanti l'attività produttiva dell'impresa.

Il SUAP è l’Ufficio comunale a cui rivolgersi per tutte le richieste e per tutte le informazioni necessarie per iniziare, modificare o cessare un’attività imprenditoriale in ambito commerciale, produttivo o di servizio, con lo scopo di semplificare ed agevolare il rapporto tra Pubblica Amministrazione ed imprese e per aiutare coloro che vogliono avviare un'attività produttiva.

Con l’entrata in vigore del D.P.R. 7 settembre 2010 n.160 (Regolamento per la semplificazione ed il riordino della disciplina dello sportello unico per le attività produttive), lo Sportello Unico Attività Produttive (SUAP) è diventato, infatti, l’unico punto di accesso territoriale consentito per tutti i procedimenti che abbiano ad oggetto l’accesso e l’esercizio di attività produttive e di prestazioni di servizi.

In particolare, lo Sportello è l’unico destinatario al quale il richiedente può presentare qualsiasi domanda, dichiarazione, segnalazione o comunicazione inerente i procedimenti di localizzazione, realizzazione, trasformazione, ristrutturazione o riconversione, ampliamento o trasferimento, cessazione o riattivazione di attività produttive o di prestazione di servizi, nonché quelli relativi al loro esercizio. 

Le domande, le dichiarazioni, le segnalazioni e le comunicazioni relative ai procedimenti, nonché i relativi elaborati tecnici e allegati, devono essere presentati esclusivamente in modalità telematica allo SUAP competente per il territorio in cui si svolge l’attività o è situato l’impianto oggetto dell’attività produttiva o di prestazione di servizi.

In quanto sportello telematico, offre tutti i vantaggi propri della digitalizzazione degli adempimenti amministrativi sia in termini di accessibilità che di velocità.

Il SUAP gestisce due tipi di procedimenti:
  • il procedimento automatizzato che riguarda quei casi in cui l'avvio di un'attività di produzione di beni, o di prestazione di servizi, sia soggetto a SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) per cui l'impresa può iniziare l'attività in questione dalla data di presentazione della segnalazione alla pubblica amministrazione;
  • il procedimento ordinario che riguarda quei casi in cui l'impresa deve presentare preventivamente un'istanza alla pubblica amministrazione e potrà iniziare l'attività di produzione di beni, o di prestazione di servizi, solo a seguito del rilascio di un'autorizzazione da parte della pubblica amministrazione.
Lo Sportello Unico, inoltre, trasmette per via telematica alle altre Amministrazioni Pubbliche coinvolte nel procedimento, tutte le comunicazioni e i documenti attestanti atti, fatti, qualità, stati soggettivi, nonché gli atti di autorizzazione, licenza, concessione, permesso o nulla osta comunque denominati, rilasciati dallo stesso sportello unico per le attività produttive o acquisiti da altre amministrazioni ovvero comunicati dall'impresa o dalle agenzie per le  imprese, ivi comprese le certificazioni di qualità o ambientali.




Che cos'è la SCIA?

Al fine di snellire la burocrazia legata alla nasciata dell'impresa, è stata introdotta la SCIA, ovvero la Segnalazione Certificata di Inizio Attività (art. 49 comma 4 del DL 78/2010, convertito con legge 122/2010).
 
La SCIA sostituisce qualsiasi atto di autorizzazione, licenza, concessione non costitutiva, permesso o nulla osta comunque denominato, comprese le domande per le iscrizioni in albi o ruoli richieste per l'esercizio dell'attività imprenditoriale, commerciale o artigianale, il cui rilascio dipenda esclusivamente dall'accertamento di requisiti e presupposti richiesti dalla legge ed è corredata dalla documentazione specificamente richiesta dalla normativa di settore.

Lo Sportello Unico opera in modalità esclusivamente telematica per gli adempimenti soggetti a SCIA: la segnalazione viene presentata direttamente al SUAP, oppure, se contestuale ad altri adempimenti previsti dalla Comunicazione Unica, può essere allegata alla stessa pratica di Comunicazione Unica. In questo caso, sarà il Registro Imprese a trasmette immediatamente la SCIA al SUAP competente.
 
Alla presentazione della SCIA, il SUAP rilascia la ricevuta telematica che consente all'imprenditore l'immdiato esercizio dell'attività.




Come si invia una SCIA?

Collegandosi al portale impresainungiorno.gov.it l'imprenditore od un suo incaricato possono individuare il SUAP competente e predisporre la pratica per la denuncia di inzio, modifica o cessazione dell'attività soggetta a SCIA.

In particolare, dal portale è possibile:
  1. individuare il Comune nel quale l'impresa andrà a svolgere la propria attività: se il Comune si è accreditato, sarà possibile predisporre ed inviare la pratica dal sito del Comune individuato, seguendo le indicazioni fornite dal SUAP comunale. Se, invece, il Comune ha conferito la delega alla Camera di Commercio, sarà possibile predisporre la pratica direttamente dal portale 'Impresa in un giorno', previa autenticazione mediante SPID, CNS, CIE, ecc. 
  2. scegliere il settore di attività e il tipo di operazione da effettuare (apertura, trasferimento, ampliamento, cessazione, ecc.)
  3. compilare la pratica e firmarla digitalmente 
  4. procedere all'invio.
Una volta inviata la pratica, lo Sportello Unico rilascerà apposita ricevuta che verrà inviata alla casella PEC del richiedente.

Nel caso in cui l'imprenditore sia sprovvisto di dispositivo di firma digitale e di PEC potrà comunque rivolgersi ad un intermediario, conferendogli l'incarico di presentazione della SCIA attraverso un'apposita procura (il modello della procura viene prodotto direttamente dal sistema durante la compilazione on-line della pratica stessa).

Per ulteriori informazioni ed approfondimenti è possibile consultare l'area dedicata sul portale impresainungiorno.gov.it.




Particolarità: la SCIA contestuale alla ComUnica

Come previsto dal D.P.R. 160/2010, art 5 comma 2, la SCIA può essere presentata al SUAP per il tramite della Camera di Commercio territorialmente competente, allegandola ad una pratica di Comunicazione Unica per consentire di accorpare la nascita dell’impresa con la fase dell’avvio della produzione di beni e servizi.

In particolare, qualora la presentazione al SUAP della Segnalazione Certificata di Inizio Attività sia contestuale alla Comunicazione Unica, la SCIA va presentata presso il Registro delle Imprese, che la trasmette immediatamente al SUAP, il quale rilascia la ricevuta che costituisce titolo per avviare immediatamente l'attività.

Per predisporre la SCIA contestuale alla Comunicazione Unica è possibile avvalersi dell'applicativo DIRE o di altre analoghe soluzioni di mercato.

Nel caso in cui la SCIA sia contestuale ad una Comunica, il SUAP si configura quindi come uno dei soggetti destinatari della pratica (così come lo sono ad esempio l'Agenzia delle entrate, l'INPS e l'INAIL). Pertanto nella distinta della Comunica apparirà selezionato il SUAP, quale ente destinatario della SCIA.

Nel caso in cui la SCIA non sia contestuale ad un una ComUnica, essa potrà essere inviata al SUAP tramite il portale impresainungiorno.gov.it.


Contatta il Registro Imprese
Per richiedere informazioni e chiarimenti in tema di Società, Imprese Individuali e REA.

Per accedere al servizio online gratuito è necessaria la registrazione.
Vai al servizio
A chi rivolgersi


Ultimo aggiornamento:

23/05/2024