Carta Nazionale dei Servizi e Firma digitale


Di cosa si tratta?


  • La Carta Nazionale dei Servizi (CNS) è lo strumento che permette l’accesso per via telematica a tutti i servizi resi disponibili dalle Pubbliche Amministrazioni; è costituita da un certificato digitale di autenticazione che assicura l’autenticità delle informazioni necessarie per l’identificazione in rete del Titolare della Carta.
  • La Firma Digitale è un insieme di dati in formato elettronico che attraverso un processo informatico garantisce l'identità del soggetto firmatario e permette di firmare qualsiasi tipo di documento in formato digitale; di fatto la Firma Digitale è l’equivalente a valore legale della firma autografa di un individuo.


Modalità di rilascio

Il rilascio della Carta Nazionale dei Servizi avviene, solo previo appuntamento, presso gli sportelli operativi della Camera di commercio della Romagna:

  • FORLI' C.so della Repubblica, 5 - 47121 (dal lunedì al giovedì dalle 9.00 alle 12.30)
  • CESENA Viale G. Finali, 32 – 47521 (lunedì, martedì, giovedì e venerdì dalle 9.00 alle 12.30)
  • RIMINI Via Sigismondo Malatesta, 28 – 47921 (dal martedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.30)

Il richiedente dovrà presentarsi personalmente (non sono ammesse deleghe a terzi) presso lo sportello della sede camerale in cui avrà fissato un appuntamento munito di:

  • smartphone/cellulare per ricevere i codici di validazione e firma durante la procedura di rilascio
  • mail personale accessibile dal cellulare (in modo da poterne validare l'indirizzo e visionare la documentazione contrattuale inviata)
  • un documento originale d'identità ovvero di un documento di riconoscimento equipollente in corso di validità (Carta d'identità, Passaporto, Patente di guida ecc.... vedasi art. 35 DPR 445/2000)
  • codice fiscale personale (es. Tessera sanitaria)
  • eventuale permesso di soggiorno in corso di validità (per cittadini extracomunitari)

Il supporto informatico contenente i certificati digitali (che ha una validità di 3 anni dal primo rilascio e può essere rinnovato una sola volta nei sei anni di durata) può avere i seguenti formati:

  • Smart Card (tessera dotata di microchip utilizzata tramite lettore) al costo di € 40,10 (IVA compresa);
  • Token Digital DNA (dispositivo tipo “chiavetta” contenente un microchip analogo a quello delle smart card in grado di accogliere sia il certificato di sottoscrizione sia quello di autenticazione che non necessita di un lettore in quanto si connette direttamente al personal computer tramite porta USB) al costo di € 85,10 (IVA compresa).

Il Rinnovo del dispositivo CNS (dopo i primi 3 anni di validità) prevede il costo di € 22,10 (IVA compresa).





Firma digitale

La Firma Digitale ha trovato l’impianto legislativo necessario per il proprio utilizzo con la pubblicazione, in data 15 aprile 1999, delle regole tecniche contenute nel DPCM 8 febbraio 1999 abrogato e sostituito dal DPCM 13 gennaio 2004 recante “Regole tecniche per la formazione, la trasmissione, la conservazione, la duplicazione, la riproduzione e la validazione, anche temporale, dei documenti informatici”. Da ultimo è stato emanato in materia il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 22 febbraio 2013 recante “Regole tecniche in materia di generazione, apposizione e verifica delle firme elettroniche avanzate, qualificate e digitali, ai sensi degli articoli 20, comma 3, 24, comma 4, 28, comma 3, 32, comma 3, lettera b), 35 comma 2, 36, comma 2, e 71”.

Secondo la definizione contenuta nel D.Lgs. 07-03-2005 n. 82 – Codice dell’Amministrazione Digitale, la firma digitale è un particolare tipo di firma elettronica avanzata basata su un certificato qualificato e su un sistema di chiavi crittografiche, una privata e una pubblica, correlate tra loro, che consente al titolare tramite la chiave privata, e al destinatario, tramite la chiave pubblica, rispettivamente di rendere manifesta e di verificare la provenienza e l’integrità di un documento informatico o di un insieme di documenti informatici”.

La firma digitale è quindi il risultato di una procedura informatica – detta validazione – che conferisce al documento informatico sul quale è apposta le seguenti caratteristiche:

•    autenticità: la firma digitale garantisce l’identità del sottoscrittore del documento;
•    integrità: la firma digitale assicura che il documento non sia stato modificato dopo la sottoscrizione;
•    non ripudio: la firma digitale attribuisce piena validità legale al documento, pertanto il documento non può essere ripudiato dal sottoscrittore;

Il certificato di firma digitale, inserito in apposito dispositivo, permette, attraverso un software dedicato, di sottoscrivere digitalmente tutti i documenti informatici che devono, ovvero possono, essere inviati telematicamente a qualsiasi Pubblica Amministrazione.


Firma Digitale Remota (dematerializzata)

La FIRMA DIGITALE REMOTA è una firma digitale dematerializzata, che non necessita di alcun supporto fisico (lettore, Smart-card o Token usb), consentendo di firmare digitalmente documenti in modo semplice e rapido da PC.

Per l'ATTIVAZIONE è necessario essere già TITOLARI DI UN DISPOSITIVO CNS con firma digitale, rilasciato dal sistema camerale ed in corso di validità.

La tariffa promozionale prevista per l'attivazione del servizio è di € 10,00 (IVA compresa).

Ha una validità di 2 anni, che decorrono dalla data di attivazione. Non è previsto il rinnovo, ma se ne potrà richiedere una nuova.

Il servizio viene erogato, previo appuntamento, solo presso gli sportelli camerali ed in presenza del diretto interessato munito di smartphone con accesso alla propria mail personale (si riceveranno degli OTP di verifica).

La Firma remota una volta apposta su qualsiasi documento, ne garantisce:

  • autenticità
  • integrità
  • validità legale
  • sicurezza

grazie ad una username, una password e un codice OTP (One Time Password).

La Firma Digitale Remota consiste in una tecnologia innovativa, facile da usare e sicura, composta da un certificato di Firma digitale che risiede presso un server sicuro del Certificatore HSM (“Hardware Security Module”) e un dispositivo OTP (One Time Password) fruibile attraverso smartphone, che permette al titolare di autenticarsi con le proprie credenziali e di firmare i propri file da una qualsiasi postazione connessa a internet.  Le OTP (password dinamiche) sono considerate il sistema più sicuro per l’accesso ai sistemi informatici e vengono generate e distrutte direttamente all’interno dei dispositivi OTP. Trattandosi di password momentanee (scadono alcuni secondi dopo essere state generate) non è necessaria la loro memorizzazione, eliminando di conseguenza i problemi ed i rischi relativi all’utilizzo delle tradizionali password statiche.

Con la Firma Digitale Remota è possibile:

  • apporre Firme Digitali senza dover installare Hardware dedicato, eliminando le problematiche connesse all’utilizzo dei dispositivi (Lettori, Smart Card e Token USB);
  • sottoscrivere digitalmente documenti informatici con effetti analoghi alla firma digitale apposta tramite carta CNS e in condizioni di massima sicurezza;
  • disporre in ogni momento ed in ogni luogo della propria Firma Digitale su diversi ambienti (Windows, Mac, Linux) semplicemente installando il Software predisposto dal Certificatore;
  • apporre la Firma Digitale con diverse modalità:
    • dalle applicazioni client di firma del Certificatore, attraverso PC;
    • via Internet, limitatamente ai servizi camerali che lo prevedono.

L’apposizione di una Firma Digitale Remota su un documento, garantisce:

  • Autenticità: il firmatario corrisponde effettivamente all'utente che dichiara di essere;
  • Integrità: indica che il contenuto non è stato modificato o manomesso da quando è stato firmato digitalmente;
  • Non ripudiabilità: impossibilità nel disconoscere il contenuto del documento.

Il certificato di sottoscrizione per la Firma Digitale Remota viene rilasciato, previa identificazione certa del richiedente, da una Certification Authority (autorità di certificazione) in sigla CA.

La CA svolge il ruolo di terza parte fidata, ossia si fa garante che il certificato digitale sia stato rilasciato allo specifico Titolare e conformemente alle procedure descritte nel Manuale Operativo della CA stessa, come previsto dalla vigente normativa in materia.

La generazione del certificato avviene durante la fase di attivazione della Firma Digitale Remota, e ha una durata di due anni che decorrono a partire dalla data stessa di attivazione.

Il servizio di firma remota è erogato in conformità a quanto previsto nel DPCM 22 febbraio 2013, articolo 1, comma 1, punto q): "la particolare procedura di firma elettronica qualificata o di firma digitale, generata su HSM, che consente di garantire il controllo esclusivo delle chiavi private da parte dei titolari delle stesse".


Carta Nazionale dei Servizi

La Carta Nazionale dei Servizi (CNS) è lo strumento che permette l’accesso per via telematica a tutti i servizi resi disponibili dalle Pubbliche Amministrazioni; è costituito da un certificato digitale di autenticazione che assicura l’autenticità delle informazioni necessarie per l’identificazione in rete del Titolare della Carta.

Il D.P.R. n. 117 del 2 marzo 2004, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 6 maggio 2004, n. 105 recante “Regolamento concernente la diffusione della carta nazionale dei servizi, a norma dell’art. 27, comma 8, lettera b), della L. 16 gennaio 2003, n. 3”, definisce la Carta Nazionale dei Servizi come “il documento rilasciato su supporto informatico per consentire l’accesso per via telematica ai servizi erogati dalle pubbliche amministrazioni”.
La Camera di Commercio, qualificata quale Ente Emettitore per il rilascio di certificati di autenticazione CNS, distribuisce, già a partire dall’anno 2005, la Carta Nazionale dei Servizi alle persone fisiche che abbiano compiuto la maggiore età (siano esse privati cittadini che titolari di cariche d’impresa). In qualità di "Centro di Registrazione Locale" con nomina conferita da InfoCert S.p.A. per conto di Actalis S.p.A. ed Aruba Pec S.p.A. in qualità di mandanti del R.T.I. InfoCert S.p.A/Actalis S.p.A./Aruba Pec S.p.A. l’Ente Camerale inserisce nel dispositivo suddetto anche un certificato di sottoscrizione digitale.

Più precisamente quindi tutti i dispositivi rilasciati dalla Camera di commercio contengono nel chip installato al proprio interno due tipi di certificati:

  • il certificato CNS (Carta Nazionale dei Servizi) – certificato digitale di autenticazione personale sul web, che può essere rilasciato solo da una Pubblica Amministrazione;
  • il certificato di Sottoscrizione – certificato digitale di firma meglio conosciuto come Firma Digitale (si veda per approfondimenti l’apposito paragrafo in calce alla presente sezione). Serve per sottoscrivere digitalmente domande, atti, documenti (da presentare ad es. presso una Pubblica Amministrazione quale Registro delle Imprese, Comuni, Agenzia delle Entrate, INPS, INAIL ecc….) e può essere rilasciato da uno qualsiasi degli Enti Certificatori accreditati (pubblici o privati) iscritti nell’apposito elenco nazionale consultabile cliccando qui.

Token USB - Smart Card

Il supporto informatico contenente i suddetti certificati digitali può avere la forma di:

  • Smart Card (tessera dotata di microchip utilizzata tramite lettore);
  • Token Digital DNA (dispositivo tipo “chiavetta” contenente un microchip analogo a quello delle smart card in grado di accogliere sia il certificato di sottoscrizione sia quello di autenticazione che non necessita di un lettore in quanto si connette direttamente al personal computer tramite porta USB).

Tutti i dispositivi consentono di: 

  • sottoscrivere un documento;
  • verificare l'identità del firmatario da parte del destinatario;
  • garantire la sicurezza della provenienza di un documento;
  • assicurare la non alterazione dell'informazione contenuta nel documento.
Attualmente si possono firmare digitalmente i documenti aventi uno dei seguenti formati: .doc, .odt, .rft, .pdf, .txt, .tif, .htm, .xls, attribuendone così in maniera certa ed indissolubile la provenienza del sottoscrittore.

I documenti firmati con la firma digitale assumeranno l'estensione .p7m (modalità Cades) ovvero .pdf (signed modalità Pades).

Con i dispositivi CNS si può accedere inoltre al Cassetto Digitale dell'imprenditore, un nuovo strumento delle Camere di commercio, pensato per il legale rappresentante o titolare di impresa, per avere sempre a disposizione gratuitamente le informazioni ed i documenti ufficiali della propria attività.

Tra i documenti che è possibile reperire e consultare tramite il Cassetto Digitale dell’imprenditore, ci sono:

  • Visure (ordinarie, storiche e in inglese)
  • Bilanci aziendali
  • Fascicolo informatico dell’impresa
  • Stato di avanzamento delle pratiche presentate al Registro Imprese
  • Controllo dei pagamenti effettuati ogni anno nella sezione “diritto annuale”
  • Stato delle pratiche presentate agli Sportelli unici attività produttive (SUAP)

Al Cassetto digitale dell'imprenditore si accede tramite il sito Impresa.Italia.it da PC/Tablet/Mac o smartphone utilizzando:

  • un dispositivo CNS (in formato Smart Card o chiavetta USB) intestato al Titolare o Legale rappresentante d'impresa
  • le proprie credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale)

I sistemi operativi che supportano tutti i dispositivi CNS con firma digitale sono i seguenti:

  • Windows 7, Windows 8, Windows 10 (32 e 64 bit)
  • Mac Os X Tiger (10.4 - Intel), Leopard (10.5 - Intel), Snow Leopard (10.6 - Intel)
  • Linux


Certificato di sottoscrizione
Consulta l'elenco degli Enti Certificatori accreditati (pubblici o privati) che possono rilasciare il certificato.
Vai alla pagina
Cassetto digitale
Accedi con CNS al Cassetto Digitale dell'imprenditore dove potrai reperire e consultare bilanci, visure, stato di avanzamento delle pratiche in corso, pagamenti e il Fascicolo informatico.
Vai alla pagina
Prenota il tuo appuntamento
La prenotazione online degli appuntamenti con l'Ufficio Digitalizzazione di impresa è obbligatoria. Prenota
A chi rivolgersi

Ufficio Digitalizzazione di impresa

servizidigitali@romagna.camcom.it

 dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 10.30 ai seguenti numeri:
Forlì - tel. +39 0543 713456
Cesena - tel. +39 0543 713290
Rimini  - tel. +39 0541 363881

I servizi agli sportelli sono accessibili previa prenotazione on-line di appuntamento presso le sedi di:

Forlì - corso della Repubblica 5
orario di sportello:
dal lunedì al giovedì dalle 9 alle 12.30 (chiuso il venerdì)

Cesena - via Gaspare Finali 32
orario di sportello:
lunedì, martedì, giovedì e venerdì dalle 9 alle 12.30 (chiuso il mercoledì)

Rimini - Via Sigismondo Malatesta n. 28
orario di sportello:
dal martedì al venerdì dalle 9 alle 12.30 (chiuso il lunedì)