Per ottenere il Carnet, è necessario inviare anticipatamente via e-mail alla sede competente una lista dettagliata delle merci utilizzando il modello fornito in formato Excel, disponibile nei Download alla fine della pagina.

È importante notare che se la lista delle merci è più lunga di una pagina, è possibile redigerla separatamente su carta intestata dell'impresa seguendo lo schema presente nel file Excel in almeno 6 copie, che verranno presentate allo sportello di rilascio dei Carnet ATA per la vidimazione.

Per la compilazione della lista merci occorre tenere presente quanto segue:

  • ciascun prodotto deve essere contraddistinto nella lista da un numero d’ordine progressivo
  • per facilitare i controlli da parte delle dogane è opportuno, inoltre, che il numero d’ordine distintivo del prodotto sia anche riportato, quando ciò è possibile, sulle merci stesse
  • nella colonna 2, le merci devono essere descritte secondo la loro denominazione commerciale e in modo sufficientemente chiaro e completo per consentire una facile identificazione delle merci stesse
  • gli articoli indicati nella lista possono essere raggruppati, quando sono della stessa natura, peso e valore, indicando comunque i numeri d’ordine
  • quando si tratta di articoli dotati di numeri di matricola, serie, telaio, è opportuno elencare i pezzi singolarmente nella lista, ciascuno con il proprio numero d’ordine, con la relativa descrizione e con l’indicazione di tali elementi identificativi
  • le macchine, apparecchi, ecc.., composti da più parti da assemblare, possono essere contraddistinti da un solo numero d’ordine. In tal caso però, nella colonna 2 della descrizione, occorre elencare e descrivere anche i vari pezzi che compongono il macchinario, mentre nelle colonne 4 e 5 devono figurare rispettivamente il peso totale e il valore totale
  • nella colonna 3 deve essere indicato il numero dei pezzi di ciascuna voce indicata
    l’indicazione del peso, nella colonna 4, è necessaria per la Svizzera
  • il valore da indicare nella colonna 5 deve essere quello commerciale vigente in Italia. Occorre tenere presente che tale valore potrebbe essere contestato e non riconosciuto dalle dogane estere se si discosta in modo apprezzabile dal valore reale
Regole da seguire per la compilazione:
  • Il file deve essere di tipo Excel con estensione xlsx
  • La prima riga è l'intestazione
  • Saranno elaborate solo le colonne dalla 2 alla 6
  • La lista delle merci dovrà contenere righe contigue di elementi. La prima riga vuota sarà interpretata come fine elenco merci
  • Colonna 1: Non sarà verificata. Il calcolo del numero ordine verrà eseguito in automatico in base al numero di riga e alle quantità inserite
  • Colonna 2: La descrizione della merce non può essere superiore ai 1000 caratteri ed è un campo obbligatorio
  • Colonna 3: La quantità è un campo obbligatorio e deve essere un numero intero maggiore di zero con al massimo 18 caratteri
  • Colonna 4: Il peso/volume non è un campo obbligatorio ma, se presente, deve essere un numero maggiore di zero con 18 caratteri per la parte intera e 2 per quella decimale. Il separatore può essere un punto o una virgola
  • Colonna 5: Il valore è un campo obbligatorio e deve essere un numero maggiore o uguale a zero con 18 caratteri per la parte intera e 2 per quella decimale. Il separatore può essere un punto o una virgola
  • Colonna 6: Il paese di origine non è un campo obbligatorio ma se è presente deve essere nel formato ISO2 (2 caratteri)

Inoltre, poichè alcuni paesi (Stati Uniti, Serbia, Giappone, Cina, Pakistan) lo richiedono obbligatoriamente, occorre redigere la lista merci inserendo sempre la traduzione di ogni prodotto anche in lingua inglese o eventuale altra lingua richiesta dal Paese. E' disponibile un Esempio di lista merci compilata, a fondo pagina nei Download.



DOWNLOAD