Seguici su
Cerca

Start-up innovative

Condividi

Il Decreto Legge n. 179/2012 (art. 25, c. 1), convertito con modifiche dalla L. 221/2012, ha introdotto nell'ordinamento giuridico italiano una norma volta a favorire la nascita e la crescita di nuove imprese innovative.

La start-up innovativa viene definita come una società di capitali, costituita anche in forma cooperativa, di diritto italiano oppure Societas Europea, residente in Italia e le cui azioni o quote rappresentative del capitale sociale non sono quotate su un mercato regolamentato o su un sistema multilaterale di negoziazione.

La norma prevede una serie di requisiti particolari affinché una società (S.p.A., S.A.p.A., S.r.l., S.r.l. semplificata, S.r.l. a capitale ridotto), anche in forma cooperativa, possa qualificarsi come start-up innovativa.
Il possesso dei requisiti deve essere dichiarato con l'apposita modulistica e con le procedure descritte nella Guida Ministeriale, disponibile unitamente a tutta la documentazione utile e necessaria sul portale dedicato alle imprese innovative.

Iscrizione delle start-up innovative nella sezione speciale del Registro delle Imprese
Condizione fondamentale per poter beneficiare delle agevolazioni introdotte dalla norma è che le start-up innovative, di nuova costituzione o costituite da non più di 60 mesi, vengano iscritte in un'apposita sezione speciale del Registro delle Imprese.

Nel portale del sistema camerale dedicato alle imprese innovative sono disponibili le procedure per l'iscrizione nella sezione speciale, la normativa, le guide, i modelli e l'elenco aggiornato, suddiviso per regione, delle start-up innovative italiane, unitamente ai relativi dati statistici.

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha dedicato una pagina web alle start-up innovative, nella quale sono reperibili guide aggiornate sia per le start-up che per gli incubatori certificati, oltre a circolari, studi, modulistica e normativa. La pagina contiene un’importante sezione dedicata ai pareri ministeriali in materia di start-up innovative.

Adempimenti pubblicitari e informativi
Con la Circolare n. 3718/C del 10 aprile 2019, il Ministero ha fornito le prime indicazioni in merito alla nuova disciplina pubblicitaria per start-up innovative, incubatori certificati e PMI innovative, introdotta dal D.L. 14 dicembre 2018 n. 135, convertito con modificazioni dalla Legge 11 febbraio 2019, n. 12 (c.d. Decreto Semplificazioni), che ha modificato il D.L. 179/2012.
In particolare, Il Decreto Semplificazioni è intervenuto sull’art. 25 dello Startup Act italiano (d.l. 18 ottobre 2012, n. 179):

  • eliminando il comma 14 (abrogazione dell’aggiornamento semestrale delle informazioni inserite in fase di iscrizione in sezione speciale);
  • modificando il comma 15 (introduzione di un termine ulteriore in alcuni casi limitati, per la comunicazione della conferma annuale dei requisiti);
  • introducendo il comma 17-bis (digitalizzazione e ottimizzazione degli adempimenti informativi).

Aggiornamento delle informazioni inserite in fase di iscrizione in sezione speciale
Il "Decreto Semplificazioni" ha previsto, a partire dal 2019, l’abrogazione dell’aggiornamento semestrale delle informazioni descrittive inserite in fase di iscrizione alla sezione speciale del Registro delle Imprese. In sostituzione del precedente adempimento c.d. "semestrale", alle start-up innovative è richiesto di aggiornare o confermare almeno una volta all'anno in corrispondenza dell'adempimento di cui al comma 15 (conferma del possesso dei requisiti per l’iscrizione), anche ai fini di cui al comma 10, le informazioni di cui al comma 12 inserite nella piattaforma informatica startup.registroimprese.it.
Dopo aver effettuato l’aggiornamento o conferma delle informazioni inserite nella piattaforma, la start-up predispone l’adempimento per il Registro delle Imprese, condizione essenziale per consentire all’Ufficio del Registro delle Imprese la dovuta istruttoria prevista dalla citata Circolare 3696/C.

La mancata compilazione del profilo comporta un blocco della procedura della Comunicazione Unica per il deposito presso l’Ufficio del Registro delle Imprese della dichiarazione del legale rappresentante che attesta il mantenimento del possesso dei requisiti previsti dal comma 2 (si veda paragrafo successivo) e, quindi, la perdita dello status speciale di start-up innovativa nel caso si superi la scadenza dei 30 giorni dall'approvazione del bilancio e comunque dei sei mesi dalla chiusura di ciascun esercizio, salva l'ipotesi del maggior termine previsto dal comma 15, nel qual caso l'adempimento è effettuato entro sette mesi.

Per informazioni più dettagliate, per le modalità di aggiornamento del profilo nella "vetrina" pubblica, per le procedure di esecuzione degli adempimenti pubblicitari per il Registro delle Imprese, si rimanda alla seguente documentazione:

Attestazione di conferma dei requisiti per l'iscrizione in sezione speciale - comma 15, art. 25 D.L. 179/2012
Il comma 15 dell’art. 25, D.L. 179/2012, prescrive che, "Entro 30 giorni dall'approvazione del bilancio e comunque entro sei mesi dalla chiusura di ciascun esercizio, fatta salva l'ipotesi del maggior termine nei limiti e alle condizioni previsti dal secondo comma dell'articolo 2364 del codice civile, nel qual caso l'adempimento è effettuato entro sette mesi, il rappresentante legale della start-up innovativa o dell'incubatore certificato attesta il mantenimento del possesso dei requisiti previsti rispettivamente dal comma 2 e dal comma 5 e deposita tale dichiarazione presso l'ufficio del registro delle imprese".

La conferma del possesso dei requisiti va comunicata con il medesimo modello S2 (riquadro 32), utilizzato per comunicare al Registro Imprese l’aggiornamento o la conferma delle informazioni di cui al comma 12, già inserite nella piattaforma informatica startup.registroimprese.it (di cui al paragrafo precedente). Alla Comunicazione Unica deve essere allegata la dichiarazione prevista dalla legge (utilizzando il nuovo modello previsto), in formato PDF/A-1B/2B, con sottoscrizione digitale del rappresentante legale della società e codificata con il codice documento "D30".
Si deve rilevare che il deposito del bilancio (o, per lo meno, l’approvazione del medesimo) rappresenti la condizione essenziale per la redazione della dichiarazione di conferma del possesso dei requisiti di cui al comma 15 dell’art. 25. Peraltro, il preventivo deposito del bilancio consente al Registro delle Imprese di verificare la correttezza dei requisiti confermati con la dichiarazione di cui al comma 15.

Come prescritto dal comma 16 del citato art. 25, "entro 60 giorni dalla perdita dei requisiti di cui ai commi 2 e 5 la start-up innovativa è cancellata d'ufficio dalla sezione speciale del registro delle imprese di cui al presente articolo, permanendo l'iscrizione alla sezione ordinaria del registro delle imprese", e che, "ai fini di cui al periodo precedente, alla perdita dei requisiti è equiparato il mancato deposito della dichiarazione di cui al comma 15".
In sostanza, la mancata attestazione di conferma del possesso dei requisiti per l’iscrizione (art. 25, comma 15) comporta la cancellazione dalla sezione speciale delle start-up innovative, e la conseguente immediata perdita delle agevolazioni previste dalla normativa.

Con Circolare del 14 febbraio 2017 n. 3696/C, Il Ministero dello Sviluppo Economico ha individuato i criteri e le modalità per l'esercizio dei controlli, da parte dell'ufficio del registro imprese, in sede di iscrizione in sezione speciale delle start-up (e delle PMI) innovative. 

Per informazioni più dettagliate, per le modalità di aggiornamento del profilo nella "vetrina" pubblica, per le procedure di esecuzione degli adempimenti pubblicitari al Registro delle Imprese, si rimanda alla seguente documentazione:

A chi rivolgersi

Ufficio Registro Imprese

Per informazioni in tema di Società, Imprese Individuali e REA è possibile utilizzare il servizio Contatta il Registro Imprese.

Per assistenza in merito alla compilazione delle pratiche telematiche è possibile contattare l'assistenza centralizzata sul portale RegistroImprese.

Per informazioni su pratiche telematiche già presentate al Registro Imprese e sospese, va utlizzato esclusivamente il "DIARIO MESSAGGI" all'interno della piattaforma MYPage Telemaco. 

Importante

Aiutaci a migliorare i nostri servizi, bastano pochi minuti!
Immagine di customer satisfaction

Ti chiediamo di compilare on line il questionario di rilevazione del grado di soddisfazione degli utenti dei servizi della Camera di commercio della Romagna.
Vai al questionario on line
Grazie per la tua preziosa collaborazione


I contenuti di questa pagina sono aggiornati al 14/11/2022