Comunicazione Unica

Disposizioni operative per la presentazione della Comunicazione Unica al Registro delle Imprese

Per semplificare la fase di avvio dell’impresa e ridurne i costi, l’art. 9 del D. L. n. 7/2007 prevede che un'unica procedura amministrativa, denominata Comunicazione Unica per la Nascita dell'Impresa (o anche, per brevità, "ComUnica"), da attivare esclusivamente per via telematica o su supporto informatico, possa assolvere contemporaneamente gli obblighi di pubblicità legale e gli adempimenti di natura fiscale, assistenziale e previdenziale.

La pratica di ComUnica è presentata all'Ufficio del Registro Imprese, il cui sistema informatico si incarica dello "smistamento" alle altre amministrazioni coinvolte: Agenzia delle Entrate, INPS, INAIL e Albo delle Imprese Artigiane.

La Comunicazione Unica è obbligatoria dal 1° aprile 2010.

La ricevuta della ComUnica costituisce titolo per l’immediato avvio dell’attività d’impresa (ove sussistano anche gli altri presupposti previsti dalla legge). Pertanto, nel caso di iscrizione di impresa individuale la data di costituzione e di inizio attività non potrà essere antecedente la data di presentazione della ComUnica.
Inoltre, le imprese individuali posso iscriversi al R.I. “senza immediato inizio attività” quindi “inattive”.

La pratica ComUnica comprensiva di tutte le richieste da inviare agli enti coinvolti deve essere sottoscritta digitalmente dal soggetto legittimato all’invio.
Coloro che sono sprovvisti di dispositivo di firma digitale potranno utilizzare il Modulo di delega per la sottoscrizione digitale e presentazione telematica della Comunicazione Unica.

Nel modello ComUnica occorre indicare anche l’indirizzo di Posta Elettronica Certificata al quale saranno inviate le comunicazioni relative al procedimento avviato.

_______________

Amministrazioni coinvolte nel procedimento

Le amministrazioni destinatarie della Comunicazione Unica sono:

  • Registro delle Imprese
  • Agenzia delle Entrate
  • INPS
  • INAIL
  • Albo Regionale delle Imprese Artigiane
  • Ministero del Lavoro, della salute e delle politiche sociali
  • S.u.a.p.

Per le istanze rivolte agli Enti suddetti occorre utilizzare la modulistica ministeriale messa a disposizione.

_______________

Modello di Comunicazione Unica

Il modello di Comunicazione Unica per la nascita dell'impresa è stato approvato con il Decreto Interministeriale 2 novembre 2007 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 296 del 21 dicembre 2007). In seguito all'introduzione di nuovi Enti destinatari della ComUnica si è reso necessario apportare le necessarie modifiche e con Decreto Interdirigenziale 19 novembre 2009 è stato approvato il nuovo modello di Comunicazione Unica.

______________

Modalità di presentazione e informazioni tecniche

La procedura prevede la trasmissione della Comunicazione Unica per via telematica o su supporto informatico.
Gli strumenti attualmente utilizzabili per la preparazione e l’invio della Comunicazione Unica sono i seguenti: software ComUnica, Fedra (o software compatibili) e ComUnica-StarWeb (Sportello Telematico Artigiani e Registro Imprese).

Dal sito internet www.registroimprese.it è possibile scaricare ed utilizzare gratuitamente i suddetti software o collegamenti.

Per utilizzare StarWeb occorre collegarsi a: http://starweb.infocamere.it e autenticarsi tramite user-id e password di Telemaco.

______________

Modalità di regolarizzazione delle pratiche ComUnica

Durante la fase istruttoria di una pratica ComUnica, l'Ufficio del Registro delle Imprese, in presenza di errori di compilazione, può sospendere la pratica di propria competenza e richiederne la regolarizzazione mediante un re-invio. In tal caso è necessario utilizzare nuovamente il modello ComUnica e la modulistica del Registro delle Imprese.
In questo fase viene consentito compilare la pratica solo con la modulistica Registro Imprese e INPS; non è possibile compilare quella dell'Agenzia delle Entrate e dell' INAIL in quanto l'eventuale modulistica presente nella pratica originale viene trasmessa ai detti Enti in automatico già al momento della protocollazione.
Per eventuali errori di compilazione dei modelli non di competenza del Registro Imprese occorre rivolgersi direttamente all'Ente interessato.

 



Per informazioni:

Registro Imprese

Contatta il Registro Imprese


I contenuti di questa pagina sono aggiornati al 22/11/2018