Accordo di libero scambio tra l'Unione europea e la Repubblica di Singapore

Condividi

Il 21 novembre prossimo entrerà in vigore l'Accordo di libero scambio tra l'Unione europea e la repubblica di Singapore che consentirà la protezione internazionale di 196 indicazioni geografiche dell'Unione europea, il 25% delle quali italiane.
L'Accordo, firmato a Bruxelles il 19 ottobre 2018, è stato approvato a nome dell'Unione Europea con la decisione 8 novembre 2019, n. 2019/1875, pubblicata in G.U.U.E. 14 novembre 2019, n. L 294 e si propone di eliminare o ridurre gli ostacoli agli scambi ed agli investimenti reciproci.

Singapore è il principale partner commerciale dell'UE nella regione del sud-est asiatico.

L'intesa approvata è il primo accordo bilaterale sul commercio concluso tra l'UE e uno Stato membro dell'Associazione delle nazioni del Sud-Est asiatico (ASEAN) e rappresenta un trampolino di lancio verso la cooperazione tra l'UE e il sud-est asiatico.

L'accordo, contiene importanti disposizioni in materia di:

  • eliminazione dei dazi doganali e delle barriere non tariffarie per gli scambi di beni e servizi;
  • protezione della proprietà intellettuale;
  • liberalizzazione dei servizi finanziari, postali, di telecomunicazione, di trasporto e di tecnologia dell'informazione;
  • appalti pubblici;
  • concorrenza;
  • sviluppo sostenibile.

Il capo X dell'Accordo (artt. 10.1-10.52) è dedicato alla proprietà intellettuale ed ha l'obiettivo di:

  1. agevolare la produzione e la commercializzazione di prodotti innovativi e creativi e la prestazione di servizi tra le parti;
  2. aumentare i benefici derivanti dagli scambi e dagli investimenti mediante un livello adeguato ed efficace di tutela dei diritti di proprietà intellettuale e l'adozione di misure per l'effettiva applicazione di tali diritti.

Sia l'UE che Singapore hanno già sistemi moderni per proteggere e far rispettare i diritti di proprietà intellettuale. L'accordo commerciale lo consolida e stabilisce norme di base sull'esecuzione (diverse dall'applicazione penale), anche alla frontiera.

I titolari dei diritti di proprietà intellettuale saranno in grado di ottenere assistenza dalle autorità doganali per trattenere merci contraffatte con marchio o protette da IG, contenuti piratati protetti da copyright e disegni registrati.

Per quanto riguarda il diritto d'autore, l'accordo prevede un pagamento equo sia per gli artisti che per i produttori di musica registrata ascoltata alla radio, alla TV o in luoghi aperti al pubblico (come negozi, ristoranti, bar), il che migliorerà la situazione attuale a Singapore.

La sottosezione C (Indicazioni geografiche) si applica al riconoscimento e alla protezione delle indicazioni geografiche di vini, bevande spiritose e prodotti agricoli e alimentari originari dei territori delle parti.

Singapore ha accettato di rafforzare il suo attuale sistema di indicazioni geografiche (IG) istituendo un sistema per la registrazione delle IG a Singapore. Una volta registrati a Singapore, grazie a questo accordo, circa 190 IG per vini, alcolici e determinati prodotti agricoli godranno di livelli di protezione pari a quelli dell'UE. 

Per l'Italia sono ben 48 le indicazioni geografiche protette.

Tra le etichette tutelate nel settore alimentare ci sono, fra le più importanti, l’Aceto balsamico di Modena, la Mortadella di Bologna, il Prosciutto di Parma e quello di S. Daniele, il Gorgonzola, il Grana Padano, la Mozzarella di Bufala Campana, il Pecorino Romano, l’Arancia Rossa di Sicilia, la Lenticchia di Castelluccio di Norcia e il Pomodoro di Pachino.
Tra quelle del settore delle bevande, invece, la Grappa, il Chianti, il Prosecco e il Montepulciano d’Abruzzo, e diverse altre.

News in materia di Proprietà Industriale ed Intellettuale in collaborazione con Casanti – Migani Studi Professionali Collegati


PID Punto Impresa Digitale

promozione@romagna.camcom.it

Rimini - via Sigismondo Pandolfo Malatesta 28
tel. +39 0541 363731 / 363749 / 363732
orario di sportello (solo su appuntamento):
dal martedì al venerdì dalle 9 alle 12.30 (chiuso il lunedì)

Forlì - corso della Repubblica 5
tel. +39 0543 713491 / 713476
orario di sportello (solo su appuntamento):
dal lunedì al giovedì dalle 9 alle 12.30 (chiuso il venerdì)

Immagine di customer satisfaction
Valuta i nostri servizi

L'indagine è rivolta a coloro che hanno utilizzato i servizi della Camera di commercio
Vai al questionario on line

I contenuti di questa pagina sono aggiornati al 28/07/2021