Competenze digitali: principali profili professionali per ogni competenza sul digitale

Condividi

modal-hover-opacity

La capacità di utilizzare il digitale, come l’uso di tecnologie Internet, e di gestire e produrre strumenti di comunicazione visiva e multimediale, viene ormai vista dalle imprese come una competenza di base che le risorse debbono possedere. Dall’analisi per gruppi professionali, si evidenzia che la competenza è ritenuta molto importante per oltre il 50% delle entrate dei gruppi più elevati. Infatti, il possesso di competenze digitali con elevata importanza supera la media del 21,8%, per le professioni specialistiche (74,7%), i dirigenti (66,4%), le professioni tecniche (60,5%) e gli impiegati (52,4%). Al contrario per appena lo 0,4% delle professioni non qualificate si ritiene che sia importante il possesso della competenza.

(Importanza per gruppo professionale del possesso di competenze digitali, come l’uso di tecnologie internet, e capacità di gestire e produrre strumenti di comunicazione visiva e multimediale (quote % sul totale entrate)

Si riscontrano professioni a cui sono richieste le competenze digitali con un elevato grado di importanza con quote vicino al 100% sia nei gruppi delle professioni specialistiche e tecniche (come per esempio analisti e progettisti di software, progettisti e amministratori di sistemi, ingegneri energetici e meccanici, ingegneri elettronici e telecomunicazioni, tecnici programmatori, tecnici esperti in applicazioni), ma anche tra gli impiegati (per gli addetti all’immissione dati e gli addetti alla contabilità), e si osservano valori elevati anche per alcune figure di operai specializzati (installatori, manutentori e riparatori di apparecchiature informatiche e manutentori e riparatori apparati elettronici industriali e di misura).

Capacità di utilizzare linguaggi e metodi matematici e informatici

modal-hover-opacity

La capacità di utilizzare linguaggi e metodi matematici, viene ormai vista dalle imprese come una competenza di base che le risorse debbono possedere. 

Analizzando il fabbisogno per gruppi professionali si osserva che è necessario con importanza elevata per il 56,7% degli ingressi di dirigenti, per il 50,4% delle professioni intellettuali, scientifiche e con elevata specializzazione, per il 35,2% delle professioni tecniche e per il 30% per gli impiegati.

Al contrario, solo per il 7,7% delle entrate di conduttori di impianti e operai di macchinari fissi e mobili è considerata una capacità di grado elevato, la percentuale scende ulteriormente al 3,4% per le professioni non qualificate (figura 30).

saminando la richiesta delle imprese nel dettaglio delle professioni, emerge che la padronanza dei linguaggi e metodi matematici e informatici è più di frequente associata a ingegneri elettronici e in telecomunicazioni, specialisti in contabilità e problemi finanziari, analisti e progettisti di software. La competenza risulta importante anche per ingegneri civili e professioni assimilate, tecnici programmatori, progettisti e amministratori di sistemi. Si tratta per lo più di professioni che rientrano nel gruppo delle professioni ad elevata specializzazione, e di alcune figure tecniche. Si osservano comunque quote di richiesta con un elevato grado di importanza di questa skill ben al di sopra della media anche tra le professioni impiegatizie (personale addetto compiti di controllo e addetti alla gestione degli acquisti) e gli operai specializzati (ad esempio manutentori e riparatori apparati elettronici industriali e di misura).

Il panorama delle professionalità per cui questo know-how risulta fondamentale è dunque piuttosto eterogeneo, ad ogni modo la capacità di utilizzare linguaggi e metodi matematici per organizzare e valutare le informazioni è considerata più importante per le professioni designate alla gestione e alla progettazione delle soluzioni software e dei sistemi informatici, come si vedrà anche dall’analisi per area aziendale.

Capacità di applicare tecnologie “4.0” per innovare processi

modal-hover-opacity

Esaminando i dati della capacità di applicare tecnologie "4.0" per innovare processi per gruppi professionali, si osserva che questa competenza viene richiesta – con importanza elevata – per il 33,7% % delle assunzioni di professioni specialistiche, per il 33,2% dei dirigenti e per il 21,7% delle professioni tecniche.

Le imprese richiedono con elevata importanza la capacità di gestire soluzioni innovative applicando tecnologie “4.0” per almeno la metà delle entrate di ingegneri elettronici e in telecomunicazioni, analisti e progettisti di software, progettisti e amministratori di sistemi, tecnici programmatori, ingegneri meccanici, tecnici gestori di reti e di sistemi telematici e approvvigionatori e responsabili acquisti 

Sono soprattutto professioni con un alto grado di specializzazione e tecniche, riconducibili ai settori della manifattura avanzata che in questi anni si sta dotando in maniera estensiva delle tecnologie e delle soluzioni industriali integrate e digitalizzate, e che molto probabilmente nel breve periodo risentirà ulteriormente della spinta alla digitalizzazione e alla trasformazione tecnologica per le misure a livello nazionale ed europeo previste per il rilancio dell’economia.


Ufficio Orientamento al lavoro e alle professioni

Per informazioni e appuntamenti:

  • sede di Forlì: 0543.713503 - 446
  • sede di Rimini: 0541.363715 - 730

email: occupazione@romagna.camcom.it

Orari di sportello:
dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 12.30

Immagine di customer satisfaction
Valuta i nostri servizi

L'indagine è rivolta a coloro che hanno utilizzato i servizi della Camera di commercio
Vai al questionario on line

I contenuti di questa pagina sono aggiornati al 01/10/2021