Seguici su
Cerca

Bando Competenze Lavoro - Anno 2022 - CHIUSO

Condividi
Icona

Bando Competenze Lavoro - Anno 2022 - CHIUSO IL 26/07/2022 ALLE ORE 12:00

 

Si segnala che il Bando "Competenze Lavoro - Anno 2022" è chiuso. 

Con det. del Segretario Generale n. 81 del 25/07/22 è stata fissata la chiusura anticipata del "Bando Competenze Lavoro " per esaurimento fondi. 

Pertanto non è più possibile la presentazione di istanze di contributo.

Descrizione dell'intervento

La Camera di commercio della Romagna – Forlì-Cesena e Rimini - di seguito Camera di commercio, nell'ambito delle funzioni attribuite alla stessa per Legge in materia di orientamento al lavoro, di supporto alle esigenze delle imprese nella ricerca di risorse umane, di collegamento scuola-lavoro e università-lavoro oltre che di formazione e di certificazione delle competenze, intende promuovere con il presente intervento la maggiore competitività anche internazionale delle imprese del proprio territorio e fornire una misura di supporto per fare fronte alla grave crisi economica e occupazionale, determinata dall’emergenza sanitaria, dalla spirale inflazionistica in atto e dagli effetti del recente conflitto russo-ucraino, in uno sforzo di rigenerazione, capacità di adattamento, cambiamento, riposizionamento in contesti mutevoli e incerti.

Ambiti di intervento

Con il presente Bando si intendono sostenere finanziariamente, attraverso l’erogazione di un contributo a fondo perduto, le iniziative realizzate dalle imprese per incrementare, aggiornare, riorientare le competenze al fine di operare in sicurezza, innescare processi di innovazione, riposizionarsi, adottare nuovi modelli di business, attraverso le seguenti leve:

LINEA A “INSERIMENTO IN AZIENDA DI RISORSE UMANE FUNZIONALI AL RILANCIO PRODUTTIVO”
Progetti per l’inserimento di figure professionali con l’obiettivo di innovare l’organizzazione dell’impresa e del lavoro.
Interventi ammessi: tirocini extracurriculari di almeno 4 mesi, contratti di apprendistato o assunzioni a tempo determinato della durata di almeno 6 mesi ovvero a tempo indeterminato, con l’obiettivo di innovare la gestione del lavoro e gli stessi processi aziendali attraverso l’inserimento di nuove competenze, anche con lo strumento del temporary management.

LINEA B “COMPETENZE IN AZIENDA PER LA RIPARTENZA E LA RESILIENZA”
Interventi ammessi: formazione e/o servizi di assistenza tecnica e professionale e consulenza:
B1. Salute e la sicurezza
B2. Organizzazione del lavoro
B3. Competenze strategiche
B4. Riconversione dei processi produttivi in un’ottica di sostenibilità ambientale e di risparmio energetico, di ricerca di nuove fonti di reperimento delle materie prime e di accessibilità

Spese ammissibili

I costi e le attività per le quali si richiede il contributo camerale devono riguardare interventi presso la sede o le unità locali ubicate nelle province di Forlì-Cesena o Rimini.
Sono ammissibili le spese per:
Linea A: tirocini extracurriculari a titolo oneroso di durata minima di 4 mesi, assunzioni a fronte di contratti di apprendistato e a tempo determinato della durata di almeno 6 mesi e di contratti a tempo indeterminato sottoscritti a partire dall’1/1/2022. Non sono ammissibili rinnovi di precedenti contratti/tirocini attivati prima dell’1/1/2022.
Linea B: servizi di formazione, assistenza tecnica e professionale, consulenza, coerenti con le finalità del bando.
Tutti gli interventi e le spese devono essere inerenti ad attività e/o oneri di competenza dell’anno 2022 e comprovati da fatture, note o da altra documentazione contabile emesse a partire dall’01/01/2022 fino al 31/12/2022, nonchè regolarmente pagate e quietanzate entro la data di trasmissione della rendicontazione del 28/02/2023.
Tutte le spese si intendono al netto dell’IVA, il cui computo non rientra nelle spese ammesse, ad eccezione del caso in cui il soggetto beneficiario ne sostenga il costo senza possibilità di recupero (indetraibilità).

Soggetti beneficiari

Le agevolazioni di cui al presente Bando sono riservate alle imprese che, alla data di presentazione della domanda e fino alla concessione dell’aiuto, presentino i seguenti requisiti:
- siano micro, piccole e medie imprese (MPMI), così come definite dall’allegato I al Reg.UE n. 651/2014;
- abbiano la sede legale e/o un’unità operativa nelle province di Forlì-Cesena e /o Rimini;
- siano regolarmente iscritte al Registro delle imprese della Camera di commercio della Romagna - Forlì-Cesena e Rimini, attive e in regola con il pagamento del diritto annuale, anche a seguito di regolarizzazione;
non si trovino in stato di fallimento, di liquidazione, anche volontaria, di amministrazione controllata, di concordato preventivo o in qualsiasi altra situazione equivalente secondo la normativa vigente e nei cui riguardi non sia in corso un procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni;
abbiano assolto gli obblighi contributivi e siano in regola con le normative sulla salute e sicurezza sul lavoro di cui al D.lgs. 9 aprile 2008, n. 81 e successive modificazioni e integrazioni;
non abbiano in corso contratti di fornitura di beni-servizi, anche a titolo gratuito, con la Camera di commercio della Romagna - Forlì-Cesena e Rimini, ai sensi della legge 7.8.2012 n. 135 di conversione con modificazioni del D.L. 95/2012.

Natura ed entità dell'agevolazione

La dotazione finanziaria messa a disposizione sotto forma di contributo dall’Ente camerale per il presente Bando è pari a euro 100.000,00. La Camera di commercio si riserva la facoltà di:
- incrementare lo stanziamento iniziale o rifinanziare il Bando;
- chiudere i termini della presentazione delle domande in caso di esaurimento anticipato delle risorse o di sospensione per motivi tecnici;
- prorogare/riaprire i termini di presentazione delle domande in caso di mancato esaurimento delle risorse disponibili o per motivi tecnici.

I contributi avranno un importo unitario massimo, nel rispetto dei pertinenti massimali de minimis, di 5.000 euro (LINEE A o B complessivamente), elevabile di 100 euro per premialità alle imprese in possesso del rating di legalità. I contributi sono erogati con l’applicazione della ritenuta d’acconto del 4% ai sensi dell’art. 28, comma 2, del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600.

Per la Linea A l’entità del contributo, determinata in base alla durata del contratto, potrà ammontare a euro:
                                      >=4 mesi e <6 mesi        >=6 mesi  e <12 mesi        >=12 mesi o t. indeterminato
tirocinio extracurriculare          1.000                              1.500                                       2.000
apprendistato                                /                                    1.500                                       2.000
contratto di lavoro                       /                                     1.500                                       2.000
+ 1.000,00 euro una tantum per ogni ulteriore contratto/tirocinio di durata ammissibile dal bando
+ 200,00 euro una tantum in caso di inserimento in azienda tramite contratto/tirocinio di persona/e diversamente abile/i certificata/e ai sensi della Legge 104/92

Per la Linea B l’entità del contributo è pari al 50% delle spese ammissibili e viene assegnato alle imprese che, sia in fase di presentazione dell’istanza che in fase di rendicontazione, avranno sostenuto spese non inferiori a euro 1.000,00.

Presentazione delle domande

E’ ammessa per ciascuna impresa un’unica istanza di contributo, anche se comprensiva di entrambe le linee; eventuali interventi effettuati su più sedi/unità locali della medesima impresa devono essere riuniti nella stessa domanda di contributo. In caso di presentazione di più domande è tenuta in considerazione solo la prima domanda presentata in ordine cronologico purchè ricevibile.
A pena di esclusione, le richieste di contributo devono essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica, con firma digitale del titolare/legale rappresentante, attraverso lo sportello online “Contributi alle imprese”, all’interno del sistema Webtelemaco di Infocamere – Servizi e-gov, dalle ore 10:00 del 25/07/2022 alle ore 16:00 del 30/09/2022 (salvo chiusura anticipata dei termini comunicata nella sezione dedicata al bando del sito istituzionale www.romagna.camcom.it). Sono automaticamente escluse le domande inviate prima e dopo tali termini. Non sono considerate ammissibili altre modalità di trasmissione delle domande. Nella sezione GUIDE E MODULI della presente pagina del sito, sono fornite le istruzioni operative per la trasmissione telematica delle domande.

A pena di esclusione, alla pratica telematica deve essere allegata la seguente documentazione:
1. MODELLO BASE generato dal sistema, che dovrà essere firmato digitalmente dal titolare/legale rappresentante dell’impresa;
2. MODULO DI DOMANDA, predisposto dalla Camera di commercio reso nella forma di dichiarazione sostitutiva di atto notorio ex art. 47 del D.P.R. 28/12/2000 N. 445 e firmato digitalmente dal titolare/legale rappresentante; il modulo deve essere compilato in ogni sua parte, compresa anche l’illustrazione sintetica del progetto di sviluppo di competenze da intraprendere o intrapreso;
3. ALLEGATI, che devono essere compilati in ogni loro parte e firmati digitalmente dal titolare/legale rappresentante dell’impresa.
L’assolvimento dell’imposta di bollo, salvo i casi di esenzione, deve essere effettuato con versamento tramite modello F24 che, quietanzato, deve essere allegato (facsimile disponibile nella sezione GUIDE E MODULI della presente pagina del sito) o in alternativa tramite il Servizio@e.bollo dell’Agenzia delle Entrate, con trasmissione all’Ente della ricevuta di pagamento allegata alla domanda.

La mancata trasmissione dei moduli di cui ai punti 1 e 2, che devono essere anche firmati digitalmente dal titolare/legale rappresentante, comporta l’inammissibilità della domanda di cui non è consentita la regolarizzazione successiva; pertanto l’assenza del documento ovvero la mancanza della firma comportano l’inesistenza sostanziale dell’istanza stessa.

Regime di aiuto

Gli aiuti di cui al presente Bando sono concessi, in regime “de minimis”, ai sensi dei Regolamenti n. 1407/2013 o n. 1408/2013 del 18.12.2013 (GUUE L 352 del 24.12.2013) - come modificato dal Regolamento n. 2019/316 del 21.2.2019 (GUUE L 51I del 22.2.2019) - ovvero del Regolamento n. 717/2014 del 27 giugno 2014 (GUUE L 190 del 28.6.2014).

Attenzione

Le informazioni contenute in questa pagina non sono esaustive. Si invitano le imprese e i professionisti a consultare con attenzione il testo del bando per verificare le modalità di invio della pratica, i criteri di valutazione delle domande per la formazione della graduatoria e ogni ulteriore dettaglio.

A chi rivolgersi

Ufficio Orientamento al lavoro e alle professioni

Per informazioni e appuntamenti:

  • sede di Forlì: 0543.713503 - 446
  • sede di Rimini: 0541.363715 - 730

email: occupazione@romagna.camcom.it

Orari di sportello e assistenza telefonica:
dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 12:30

Importante

Aiutaci a migliorare i nostri servizi, bastano pochi minuti!
Immagine di customer satisfaction

Ti chiediamo di compilare on line il questionario di rilevazione del grado di soddisfazione degli utenti dei servizi della Camera di commercio della Romagna.
Vai al questionario on line
Grazie per la tua preziosa collaborazione


I contenuti di questa pagina sono aggiornati al 01/07/2022