Camera della Romagna. un grande player con una visione per lo sviluppo del territorio

Condividi

modal-hover-opacity

Partecipazioni in 21 società per l’infrastrutturazione strategica, quasi 1.100.000 euro di voucher alle imprese per la digitalizzazione, oltre 1.200.000 euro di contributi per la promozione del territorio e del turismo, oltre 400.000 euro di contributi per l’alternanza scuola-lavoro; quasi 580.000 euro di voucher erogati alle imprese per l’internazionalizzazione e 450.000 euro di contributi per fiere all’estero, oltre 1.700.000 euro di contributi a fondo perduto e in apporto al fondo rischi dei Confidi per il credito alle imprese.
Questa, e molto altro (soprattutto un piano articolato di servizi ad elevato valore aggiunto difficile da sintetizzare), è l’azione della Camera di commercio per la competitività e l’attrattività del Sistema territoriale del territorio di competenza.

 

“La Camera di commercio della Romagna è certamente un player importante dello scenario locale ed è anche il principale soggetto pubblico che sostiene - al di sopra degli interessi di parte e garantendo continuità tra passato, presente e futuro - lo sviluppo economico e sociale del Territorio. Va infatti ricordato che la Camera - non solo dal 2016, data della sua costituzione, ma dall’istituzione degli Enti camerali, oltre 150 anni fa – è sempre stata capace di intercettare, interpretare e diffondere le potenzialità dell’innovazione, aiutando così le imprese e il Territorio a essere più competitivi e più attrattivi”. – commenta il Presidente Alberto Zambianchi – “Tutti i numeri dimostrano che la Camera opera concretamente, insieme agli altri player locali, per migliorare la competitività e l’attrattività del nostro Sistema Locale, promuovendo iniziative mirate a una crescita sostenibile e inclusiva”.

La Camera di commercio della Romagna – Forlì-Cesena e Rimini, dalla sua costituzione, il 19 dicembre 2016, ad oggi, ha svolto importanti funzioni e compiti previsti dal quadro normativo e per promuovere gli interessi generali delle imprese e dell’economia locale e lo sviluppo del mercato.
Le strategie delineate nel Programma Pluriennale 2016-2021 dal Consiglio camerale portano, infatti, la Camera della Romagna a lavorare ogni giorno su temi chiave e asset cruciali, sui quali si gioca il nostro futuro.
Alcuni numeri (indicatori “sentinella” significativi ma non esaustivi e rappresentativi della ben più complessa e articolata attività svolta), relativi, ove non diversamente indicato, al periodo 2017-2018 e fino al 31/10/2019, danno un’idea del ruolo incisivo e concreto svolto dalla Camera.

I numeri

Supporto all’infrastrutturazione strategica con la partecipazione in 21 società a partecipazione pubblica, che rappresentano al 31/12/2018:
- 527.750.311 euro di capitale sociale;
- 251.666.690 euro di fatturato complessivo;
- 707.413.220 euro di patrimonio netto;
- 1.775 dipendenti.
Gli ambiti strategici supportati sono: infrastrutture per commercializzazione, trasporti, portualità, risorse primarie come l’acqua, fiere e mostre, innovazione tecnologica, cultura e ricerca, formazione, università, tutela e valorizzazione delle produzioni locali e delle filiere.
Tra le partecipazioni, anche organismi del sistema camerale che operano a loro volta in network e come ulteriore volano dando respiro a livello nazionale e internazionale allo sviluppo del nostro tessuto imprenditoriale.

Promozione della cultura dell’innovazione in collaborazione con l’Azienda speciale CISE, Nuove idee e Nuove Imprese, Primo Miglio, Protocollo Innovazione.

– Diffusione della cultura di base e della pratica digitale nelle imprese per orientarle nel processo di trasformazione digitale secondo il paradigma Industria 4.0 e servizi di dialogo digitale anche con la PA:
- 1.081.935 euro di voucher erogati alle imprese
- 602 assessment per la maturità digitale nelle imprese;
- 15.127 rilasci/rinnovi di firme digitali / CNS.

– Partecipazione e sostegno a strumenti di governance per rafforzare i valori identitari e gli asset del territorio e svilupparne l’attrattività:
- 1.232.686 euro di contributi per la promozione del territorio e del turismo.

– Promozione dell’orientamento professionale, del placement e dei percorsi di alternanza scuola-lavoro:
- 29 eventi in tema di orientamento e placement;
- 415.700 euro di contributi per l’alternanza scuola-lavoro;
- 1.234 iscritti al Registro Alternanza Scuola-Lavoro.

– Promozione della responsabilità sociale d’impresa:
- 30 eventi organizzati;
- 216 aspiranti imprenditori che hanno avuto accesso ai servizi di Primo Miglio.

– Supporto strategico qualificato alla competitività delle imprese e del territorio attraverso le articolate attività dell’Osservatorio economico.

– Supporto, informazione e orientamento per la nascita e lo sviluppo di imprese, start up e competività delle PMI:
- 84.000 euro di sostegno a Nuove Idee Nuove imprese;
- 418 quesiti evasi.

– Supporto alle PMI nei processi di internazionalizzazione:
- 570.590 euro di voucher erogati alle imprese;
- 442.829 euro di contributi per fiere all’estero.

– Sostegno all’accesso al credito da parte delle imprese:
- 1.727.000 euro di contributi a fondo perduto ed in apporto al fondo rischi dei Confidi;
- la gestione del Fondo per lo sviluppo, ereditato dalla Camera di commercio di Forlì-Cesena, ha consentito, in 5 anni di attività e con una dotazione di 1.300.000 euro, l’erogazione di finanziamenti alle imprese per 58.165.975 euro.

Pubblicità legale, circolarità informativa e semplificazione per le imprese attraverso il Registro delle imprese:
- 37.985 depositi di bilanci (dati 2017-2018 al 23 settembre 2019);
- 206.428 pratiche processate (atti societari, imprese individuali , REA) (dati 2017-2018 al 7 ottobre 2019).

– Supporto continuo all’attuazione dei SUAP telematici (Sportelli unici attività produttive) presso i Comuni.

– Supporto allo sviluppo del Fascicolo elettronico d’impresa presso il REA.

Regolazione e tutela del mercato e della fede pubblica (dati 2017-2018 al 30 settembre 2019):
- 4.489 strumenti metrici controllati in verifica periodica e ispettiva (dati 2017-2018 al 30 settembre 2019);
- 198 ispezioni presso imprese settore orafo, settore preconfezionati, officine cronotachigrafiche, laboratori e fabbricanti metrici (dati 2017-2018 al 30 settembre 2019).

Trasparenza e legalità nell’economia:
- Supporto all’istituzione della Commissione Unica Nazionale delle Uova presso la Borsa merci di Forlì;
- 1.814 depositi di marchi e brevetti;
- 268 listini prezzi pubblicati;
- diffusione della cultura della conciliazione e degli strumenti di risoluzione alternativa delle controversie (dati 2017-2018- al 30 settembre 2019):
- 469 mediazioni civili e commerciali.
Oltre all’impegno per migliorare la competitività del territorio e delle imprese, la Camera è fortemente impegnata anche nella valorizzazione dei propri asset come organizzazione in un’ottica di qualità, efficienza e innovazione, nell’e-government, dematerializzazione e digitalizzazione e nella trasparenza, legalità e integrità.

Infine, in sintesi i principali macroindicatori della Camera di commercio della Romagna – Forlì-Cesena e Rimini relativi alla sua relazione complessiva con il sistema territoriale:
- bilancio in sostanziale equilibrio economico
- tempestività nei pagamenti: 9,75 giorni prima della scadenza
- 100% dematerializzazione flusso documentale in uscita
- 78% autofinanziamento 2018 dell’Azienda Speciale CISE (in costante aumento rispetto al 67% del 2013)
- risultati positivi su tutti i principali servizi erogati nell’Indagine di customer satisfaction 2019 con una valutazione complessiva pari a 4,1 in una scala predefinita da 1 a 5
- 100% documenti obbligatori inseriti in Amministrazione Trasparente nei tempi previsti.


Il comunicato è disponibile nel sito della Camera della Romagna, nella sezione Informazione Economica
Per informazioni e approfondimenti: pianificazione@romagna.camcom.it

 

[Comunicato Stampa n. 86 del 15 novembre 2019]



Ufficio Informazione economica

informazioneeconomica@romagna.camcom.it

Sede di Forlì: Corso della Repubblica, 5
tel. +39 0543713265
Sede di Rimini: Via Sigismondo, 28
tel. +39 0541363729

Orari di sportello:
dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.30


I contenuti di questa pagina sono aggiornati al 15/11/2019