Indici Istat

L’inflazione (costo della vita) si misura attraverso la costruzione di un indice dei prezzi al consumo denominato indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati "FOI"; in Italia, come negli altri Paesi europei, il calcolo e la diffusione dell’indice è affidato all’Istituto nazionale di statistica (ISTAT).

Nel dettaglio, tale indice rappresenta uno strumento statistico che misura le variazioni nel tempo dei prezzi di un insieme di beni e servizi, chiamato paniere, rappresentativo degli effettivi consumi delle famiglie in uno specifico anno. Da gennaio 2016, gli indici sono calcolati secondo un più articolato schema di classificazione dei consumi; la revisione del paniere riflette infatti l'introduzione della nuova classificazione dei beni e servizi destinati al consumo, denominata ECOICOP (European Classification of Individual Consumption by Purpose).

L’indice FOI (al netto dei tabacchi), generico indice di rivalutazione monetaria, viene utilizzato specificamente per adeguare periodicamente i canoni di locazione/affitto, gli assegni dovuti al coniuge separato e il trattamento di fine rapporto; tale indice si pubblica sulla Gazzetta Ufficiale ai sensi dell’art. 81 della legge 27 luglio 1978, n. 392.

L’ISTAT fornisce informazioni sull’indice dell’ultimo mese disponibile attraverso il sito internet www.istat.it nella pagina denominata “Indici per le rivalutazioni monetarie” (a sinistra nell’home page); al suo interno si possono ricavare informazioni in merito a:

  • valore dell’indice;
  • variazione mensile;
  • variazione annuale;
  • variazione biennale;
  • la data di pubblicazione dell’indice del mese successivo.

L’ISTAT fornisce anche informazioni sulle serie storiche degli indici mensili (indici assoluti e variazioni annuali, biennali e mensili) e il servizio gratuito on line per il calcolo delle rivalutazioni monetarie, attraverso il portale Rivaluta nelle sezioni:

  • “Tavole per le rivalutazioni monetarie” (per le serie storiche degli indici mensili);
  • “Calcolatore rivalutazioni monetarie” (per il calcolo delle rivalutazioni monetarie).

Entrando nel sistema RIVALUTA (tramite iscrizione gratuita) è inoltre possibile usufruire di una serie di servizi messi a disposizione dall’ISTAT, quali:

  • il calcolo delle variazioni percentuali tra gli indici maggiormente utilizzati per i fini previsti dalla legge (prezzi al consumo per l'intera collettività, prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, prezzi alla produzione dei prodotti industriali, costo di costruzione di un fabbricato residenziale, costo di costruzione dei tronchi stradali, retribuzioni contrattuali);
  • limitatamente all'indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, i coefficienti di rivalutazione monetaria;
  • la personalizzazione del documento con i dati identificativi del richiedente;
  • l’inserimento automatico della data e dell'ora del rilascio e di una numerazione progressiva univoca nell'ambito dell'anno solare;
  • la riproducibilità dell'informazione precedentemente rilasciata attraverso il salvataggio automatico dei documenti in un'apposita area del sistema, nella quale l'utente registrato può accedere in qualsiasi momento;
  • la possibilità di memorizzare i parametri utilizzati nelle precedenti interrogazioni (query) in modo da riprodurre agevolmente eventuali aggiornamenti del periodo o fare richieste di altri indici.

Per maggiori informazioni e chiarimenti è possibile chiamare in orario d’ufficio il Centro di Informazione Statistica (CIS) regionale (tel. 051 6566152) o mandare una mail a sede.emiliaromagna@istat.it.


Immagine di customer satisfaction
Valuta i nostri servizi

L'indagine è rivolta a coloro che hanno utilizzato i servizi della Camera di commercio
Vai al questionario on line

I contenuti di questa pagina sono aggiornati al 22/09/2020